Acque reflue, la differenza delle acque grigie e nere e i passaggi fondamentali per la depurazione

Le acque reflue al giorno d’oggi stanno diventando un problema davvero serio, in quanto il tasso di inquinamento è sempre più alto e i depuratori vengono attaccati da particelle che a loro volta rendono difficoltoso il procedimento.

Una delle situazioni più innovative per quanto riguarda l’igiene domestica, sono quelle che prevedono all’interno dell’edificio la separazione delle acque nere e grigie.

Questa soluzione permette di riciclare l’acqua all’interno dell’abitazione, garantendo una riduzione dei consumi ottimizzando i sistemi fognari e di depurazione.

Il concetto della gestione delle acque reflue in modo sostenibile si basa sul concetto di valorizzazione, sia delle acque meno  nobili e sull’utilizzo dell’acqua di buona qualità.

I principali interventi che si possono svolgere in questa tipologia di gestione è caratterizzata dalla realizzazione con costi contenuti e prevedono:

  • Separazione delle reti di scarico di tutti i tipi di acque reflue
  • Trattamento e riutilizzo delle acque nere e grigie per scopi non potabili
  • Il recupero delle acque meteoriche, riutilizzandole per l’irrigazione o altri scopi

Acque reflue grigie e nere, qual è la differenza

La differenza sostanziale in queste due categorie di acque reflue è sostanzialmente una.

La depurazione delle acque grigie avviene in modo più facile, questo avviene grazie alla degradazione degli inquinanti che si trovano al suo interno, a differenza di quelle grigie, le acque reflue nere contengono sostanze organiche che già in precedenza hanno subito uno o più processi degradativi in natura e si parla del tratto gastrointestinale umano.

Sapendo ora la differenza tra le due acque reflue, si può intuire che nel caso delle acque nere la depurazione non sarà immediata come nel caso delle acque grigie, in quanto i residui che si trovano nelle acque non si possono decomporre in poco tempo, ma hanno bisogno di processi per poter tornare ad utilizzarla e generalmente sono:

  • Trattamento preliminare:

Questo primo processo consiste nella rimozione di materiali all’interno dei liquami che potrebbero danneggiare gli impianti.

  • Trattamento primario:

Rimozione dei solidi sedimentali e flocculabili

  • Trattamento secondario:

Rimozione della richiesta di biochimica di ossigeno, le sostanze organiche vengono in solidi stabili.

  • Trattamento avanzato delle acque reflue:

Utilizzo di processi fisici, chimici e biologici che servono per la rimozione del BOD5, dei solidi e dei nutrienti.

  • Disinfezione:

Rimozione dei microorganismi per eliminare o ridurre la contaminazione quando il flusso viene scaricato.

  • Trattamento dei fanghi:

Quest’ultimo processo stabilizza i solidi rimossi dalle acque reflue durante il trattamento, disattivando gli organismi patogeni e riducendo al minimo il volume del fango.

Il trattamento per la depurazione delle acque reflue

In base alle caratteristiche che le acque reflue, grigie e nere, possono avere, una scelta del trattamento in modo progettuale e sostenibile è sempre un’ottima scelta.

Il trattamento che servirà per poter riutilizzare l’acqua appena trattata deve tenere conto di diversi fattori, che anche in questo caso possono essere:

  • Adattabilità alle variazioni di carico idraulico e organico
  • Efficienza nelle degradazione
  • Alto abbassamento della carica batterica
  • Semplicità ed economicità

Esistono diversi sistemi per il trattamento e la depurazione delle acque reflue, la maggior parte sono caratterizzati da ingombri ridotti, in commercio esistono molteplici soluzioni in grado di adattarsi all’installazione all’interno degli edifici.

Per consentire ulteriormente un corretto funzionamento del trattamento e una depurazione dell’acqua efficace, è importante che le tubazioni degli impianti fognari siano separati, in questo modo oltre a ridurre drasticamente i costi si riducono anche i cattivi odori.

Un impianto di trattamento per la depurazione delle acque reflue deve generalmente comprendere:

  • Degrassatore
  • Trattamento primario
  • Trattamento secondario
  • Disinfezione

.