Tutte le possibili soluzioni a un dente danneggiato

Hai dato un morso troppo forte ad un biscotto particolarmente duro, hai cercato di strappare il nastro adesivo con i denti, sei caduto dalla bicicletta: questi sono solo alcuni esempi di come potresti aver potuto danneggiare un dente. Fortunatamente, grazie ai passi da gigante della medicina, non dovrai rinunciare a sorridere nuovamente perché esistono tantissime soluzioni.

La salvaguardia dei denti è fondamentale per diversi motivi: prima di tutto ritroviamo la funzione masticatoria, i denti tagliano e triturano il cibo facilitando la digestione e l’assorbimento dei nutrienti; i denti ci fanno pronunciare correttamente i suoni delle parole; avere un sorriso smagliante ci fa stare meglio con noi stessi e con gli altri. Infine, denti sani e ben curati contribuiscono significativamente all’aspetto esteriore dell’intero viso. Un sorriso luminoso aumenta l’autostima e l’apertura.

Quando accade di danneggiare un dente, è importantissimo rivolgersi tempestivamente ad un dentista, lui saprà fornirvi tutte le indicazioni e operazioni migliori da intraprendere e vi guiderà fino alla riacquisizione del dente.

Ci sono diverse tecniche e materiali utilizzati per ricostruire i denti danneggiati o mancanti, ciò dipende dall’entità del danno e dalle esigenze del singolo paziente. Infatti, il danno subito potrebbe anche rivelarsi minimo se non si è intaccata la polpa, in altri casi invece è necessario intervenire profondamente.

Ecco una panoramica delle possibili soluzioni ad un dente rovinato:

Otturazioni dentali

L’otturazione dentale, o riempimento dentale, è un trattamento utilizzato per riparare e riempire un dente danneggiato da carie o fratture. L’obiettivo è quello di ripristinare la forma e l’integrità del dente danneggiato. Le otturazioni possono essere realizzate utilizzando diversi materiali, tra cui amalgama d’argento, compositi dentali (resine composite) o materiali a base di vetro ionomerico. La tecnica è molto semplice, il dentista riempie lo spazio con il materiale di otturazione scelto e gli da una forma.

Corone dentali

Le corone dentali, sono protesi dentali utilizzate per coprire e proteggere un dente danneggiato, indebolito o trattato. Avvolgono completamente la parte visibile del dente dalle gengive fino alla punta. Le corone possono essere realizzate in porcellana, metallo-ceramica, zirconio o metallo (ad esempio, oro). I denti in zirconio hanno dimostrato di essere estremamente duraturi nel tempo resistendo alle sollecitazioni quotidiane. La procedura deve essere precisa, il dentista rimuove una parte del tessuto dentale danneggiato per fare spazio alla corona, successivamente prende l’impronta del dente e crea una corona personalizzata che viene poi fissata sopra il dente preparato.

Ponti dentali

I ponti dentali sono delle vere e proprie protesi utilizzate per sostituire uno o più denti mancanti. Un ponte dentale è costituito da una serie di denti artificiali che vengono ancorati ai denti naturali. Anche in questo caso sono presenti materiali diversi come metallo, zirconio o una combinazione di questi. La tecnica utilizzata necessita di un lavoro di precisione, il ponte viene ancorato ai denti circostanti preparati per sostituire i denti mancanti.

Impianti dentali

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una soluzione prostetica. Gli impianti dentali sostituiscono uno o più denti mancanti. Si inseriscono dispositivi chirurgici nell’osso per rimpiazzare le radici artificialmente su cui verranno ancorate le protesi dentali. Tra i materiali ritroviamo il titanio per il suo elevato grado di biocompatibilità e resistenza. Il lavoro non è semplice e nemmeno economico in quanto equivale ad un vero e proprio intervento: bisogna inserire un perno nell’osso e aspettare che venga integrato dal corpo, successivamente, si posiziona la protesi.

Faccette dentali

Le faccette dentali sono sottili coperture in ceramica o composito che vengono applicate sulla superficie frontale del dente per migliorarne l’aspetto estetico. Si tratta di una soluzione estetica utilizzata per correggere difetti come macchie, fratture, scheggiature. I materiali principali utilizzati sono porcellana o compositi dentali.

Previous Article